Consigli: Marmo

Il marmo ha caratteristiche ineguagliabili di solidità e durata, ma per altri versi è anche molto fragile e delicato. È utilizzato nella costruzione di edifici e nell’arredamento di abitazioni private, ma i suoi ambiti di applicazioni sono assai ristretti; nel primo caso viene privilegiato per pavimenti e scale, nel secondo per tavoli e i piani da cucina e da bagno.

Scegliere un materiale come il marmo per realizzare alcuni elementi della propria casa, comporta una serie di vantaggi ma anche alcuni evidenti svantaggi.

Pro e contro del marmo nell’arredamento
Intanto il marmo è un materiale naturale e pregiato, che dona quindi una certa qualità a pavimenti e/o arredi donando luce e lucidità alle superfici, oltre che un senso di solidità e sicurezza. Spesso è anche trattato con prodotti impermeabilizzanti e quindi non risulta così poroso da trattenere le macchie, ma nonostante questo si sporca e si impregna facilmente. Per questo pulizia e cura devono essere costanti e accurati.

Esteticamente e al tatto, il marmo soprattutto nei pavimenti, può creare un senso anche di freddezza esteriore, di freddo vero e proprio nella stagione invernale ma di fresco nella stagione estiva. Tuttavia il senso di freddo può essere attenuato utilizzando tappeti caldi e accoglienti, che ben si intersecano dal punto di vista estetico con le venature e i motivi del marmo scelto.

Ovviamente anche il costo del marmo potrebbe essere uno svantaggio, in quanto si tratta appunto di un materiale di pregio; se l’estetica del marmo piace e se si vuole ovviare a tutti gli inconvenienti, come il costo e anche la difficoltà di manutenzione e pulizia, si possono acquistare materiali artificiali alternativi, che pur essendo facili da pulire e più economici, hanno tutto l’aspetto del marmo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *