Consigli: Resina

Oggigiorno, la resina sta pian piano conquistando il podio tra i materiali più impiegati in edilizia per la realizzazione di pavimenti e rivestimenti. La resina, infatti, ha innumerevoli varianti e possibilità di applicazione. Non solo a pavimento ma anche a parete: soluzioni infinite per realizzare ogni genere di ambientazione, sia classica che moderna. Per sua stessa natura è più indirizzata verso forme decorative molto più all'avanguardia, capace persino di spodestare la ceramica e persino l'antico legno.
Utilizzata in principio per ambienti commerciali e industriali di grandi dimensioni, negli ultimi tempi la resina è diventata il rivestimento preferito da architetti ed esperti del settore per la sua ampia versatilità e capacità di adattarsi ad ogni casa e stile di arredamento. 

Vediamo ora nel dettaglio quali sono i vantaggi e gli svantaggi della resina.

VANTAGGI
La resina può essere posata sopra un pavimento già esistente senza bisogno di rimuoverlo o di tagliare le porte, perché ha uno spessore molto ridotto che consente il risparmio dei costi relativi alla demolizione del pavimento sottostante. Un altro vantaggio è la sua particolare resistenza all’usura, rendendolo duraturo nel tempo come dimostra il suo impiego originario nei locali industriali. Inoltre, se viene danneggiato, con questo materiale è possibile riparare solo localmente senza dover intervenire su tutta la stanza. Grazie a questa sua particolarità, il pavimento in resina è anche altamente igienico e facile da pulire per la mancanza di fessure o giuntura dove si possono annidare polvere e sporcizia. L’ultimo vantaggio, ma non meno importante, è l’ampia scelta di finiture (satinata, opaca, lucida) e di varianti dal forte impatto estetico che offre questo tipo di materiale dovuto al suo sviluppo anche in ambienti di tipo abitativo.

CONTRO
Il pavimento in resina può essere soggetto a graffiature. In realtà, ciò si verifica, in genere, per tutti i tipi di pavimento (si pensi, per esempio, al parquet). Inoltre, quanto più la superficie è liscia e omogenea, tanto più alta è la possibilità che si notino i segni provocati dal calpestio. Però, possono essere facilmente risolti scegliendo un colore e un tipo di finitura irregolare e non uniforme e prestando una adeguata manutenzione ordinaria. Inoltre, l'utilizzo di cere non appropriate o la pulizia del pavimento in resina con prodotti aggressivi può danneggiare lo strato di finitura, che deve essere asportato e rinnovato.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *