Consigli: Esterno in legno

I materiali utilizzabili per gli arredi esterni sono molteplici. La caratteristica comune è la resistenza al calore e ai cambiamenti meteorologici. È bene quindi scegliere materiali di qualità per non avere troppi problemi derivanti dall’invecchiamento dei mobili in futuro, risparmiando in termini non solo economici negli anni a venire, ma anche di tempo da dedicare alla manutenzione costante.

LEGNO
Gli arredi in legno non soffrono molto dei danni causati dal sole, dalla pioggia e dall’ umidità. Bisogna comunque sapere che un legno di alta qualità, per quanto resistente e correttamente finito, deve ricevere le cure necessarie per rendere il massimo e durare il più a lungo possibile.

I legni utilizzabili per l’arredo sono:

-Acacia
Con una colorazione tra il bruno e il rossiccio, è un legno molto robusto, e facile da lavorare, appartenente alle latifoglie; è consigliabile che sia sottoposto all’ impregnazione per aumentare la sua resistenza all’ umidità.

-Pino silvestre
Ha un profumo molto intenso e particolare ed ha un colore bruno chiaro quasi giallo. Viene sottoposto ad un trattamento a pressione, perché ottenga un colore quasi verde.

-Teak
Il legno di Teak è la specie legnosa per eccellenza utilizzata per l’arredo d’esterni. Grazie alla sua naturale impregnazione di resine oleose e alla sua struttura compatta il Teak è molto performante in tutti i climi e può essere lasciato all’esterno sia durante le calde estati che nei freddi inverni.

-Larice siberiano
È resinoso, e ciò lo rende resistente e durevole.

Pulizia del legno da esterni
Così come per i normali arredi in legno anche per quelli che si trovano all’ esterno basterà utilizzare una semplice spugna con dell’acqua e del sapone neutro o anche un detergente specifico per il legno. Potete periodicamente utilizzare dei prodotti specifici, come la cera, o un ritonificante, per migliorare l’aspetto del legno.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *