Consigli: La psicologia del colore

Rinnovare il locale periodicamente è¨ uno dei segreti per conquistare nuovi clienti. Le pareti imbiancate di fresco danno un senso di pulizia e di novità  cui pochi sanno resistere. Scegliere i colori per le pareti degli interni, però, può essere difficile.
Colori neutri o decisi, chiari o scuri, pastello o saturi?

Come regola generale si tende a preferire colori neutri e tonalità  chiare per i bar specializzati in colazioni e pranzi veloci, per non fornire stimoli potenzialmente disturbanti a clienti già  alle prese con lo stress quotidiano.
Nei bar specializzati in aperitivi o frequentati da ragazzi si preferiscono colori freschi e giovanili, come le tonalità  pastello. Per finire i bar frequentati soprattutto di sera, come i lounge bar e gli american bar, punteranno su colori saturi e brillanti che aiutano a creare uno stile ben definito.

Nella scelta dei colori di un locale occorre considerare diversi elementi:  il tipo di clienti, la frequentazione diurna o serale, l'offerta e le sensazioni che si vogliono trasmettere. Le tinte più chiare e fredde, come il verde, per esempio, si associano a rilassatezza e benessere, quelle più calde, come il giallo, fanno aumentare l'appetito, i colori fluo ben si adattano alla clientela giovane di pub e discoteche.
Le gamme più scure del blu, oltre a grigio e marrone, fanno presa, invece, su un pubblico più adulto in locali serali, mentre il beige e il melanzana sono usati per contesti più chic.

Può essere utile tenere in considerazione anche l'effetto che hanno i colori da un punto di vista psicologico ed emotivo.
I colori caldi, come rosso, giallo e arancione, evocano sensazioni di felicità , ottimismo ed energia. Il rosso è associato a emozioni forti, come passione, amore e rabbia, e in generale ha un effetto eccitante perché  fa aumentare il battito cardiaco.
L'arancione, come il rosso, cattura l'attenzione ma è meno dominante e aggressivo, ed è molto usato per evidenziare prodotti in vendita e per spingere il cliente all'acquisto. Il giallo è il colore più energetico, associato al sole: dal momento che riflette molto la luce, può irritare gli occhi e va usato con moderazione, ma d'altro canto stimola il sistema digestivo e mette appetito, quindi è indicato per ristoranti, bar e mense (non per nulla è usato per esempio da McDonald).

Quelli freddi, invece, suscitano calma. Il verde è legato al benessere, comunica un senso di pace e di stabilità, trasmette tranquillità  e protezione, contribuendo a rallentare il battito cardiaco. Il blu in generale è associato alla sicurezza e alla fiducia, quando è scuro rende l'ambiente più professionale mentre se è chiaro più rilassante.
Il viola invece trasmette regalità  e ricchezza, perciò è l'ideale se si vuole dare un tocco di raffinatezza al locale.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *