colori-pantone-2017

Consigli: La psicologia del colore

Rinnovare il locale periodicamente è¨ uno dei segreti per conquistare nuovi clienti. Le pareti imbiancate di fresco danno un senso di pulizia e di novità  cui pochi sanno resistere. Scegliere i colori per le pareti degli interni, però, può essere difficile.
Colori neutri o decisi, chiari o scuri, pastello o saturi?

Come regola generale si tende a preferire colori neutri e tonalità  chiare per i bar specializzati in colazioni e pranzi veloci, per non fornire stimoli potenzialmente disturbanti a clienti già  alle prese con lo stress quotidiano.
Nei bar specializzati in aperitivi o frequentati da ragazzi si preferiscono colori freschi e giovanili, come le tonalità  pastello. Per finire i bar frequentati soprattutto di sera, come i lounge bar e gli american bar, punteranno su colori saturi e brillanti che aiutano a creare uno stile ben definito.

Nella scelta dei colori di un locale occorre considerare diversi elementi:  il tipo di clienti, la frequentazione diurna o serale, l'offerta e le sensazioni che si vogliono trasmettere. Le tinte più chiare e fredde, come il verde, per esempio, si associano a rilassatezza e benessere, quelle più calde, come il giallo, fanno aumentare l'appetito, i colori fluo ben si adattano alla clientela giovane di pub e discoteche.
Le gamme più scure del blu, oltre a grigio e marrone, fanno presa, invece, su un pubblico più adulto in locali serali, mentre il beige e il melanzana sono usati per contesti più chic.

Può essere utile tenere in considerazione anche l'effetto che hanno i colori da un punto di vista psicologico ed emotivo.
I colori caldi, come rosso, giallo e arancione, evocano sensazioni di felicità , ottimismo ed energia. Il rosso è associato a emozioni forti, come passione, amore e rabbia, e in generale ha un effetto eccitante perché  fa aumentare il battito cardiaco.
L'arancione, come il rosso, cattura l'attenzione ma è meno dominante e aggressivo, ed è molto usato per evidenziare prodotti in vendita e per spingere il cliente all'acquisto. Il giallo è il colore più energetico, associato al sole: dal momento che riflette molto la luce, può irritare gli occhi e va usato con moderazione, ma d'altro canto stimola il sistema digestivo e mette appetito, quindi è indicato per ristoranti, bar e mense (non per nulla è usato per esempio da McDonald).

Quelli freddi, invece, suscitano calma. Il verde è legato al benessere, comunica un senso di pace e di stabilità, trasmette tranquillità  e protezione, contribuendo a rallentare il battito cardiaco. Il blu in generale è associato alla sicurezza e alla fiducia, quando è scuro rende l'ambiente più professionale mentre se è chiaro più rilassante.
Il viola invece trasmette regalità  e ricchezza, perciò è l'ideale se si vuole dare un tocco di raffinatezza al locale.

01_of_10_zephyr_hyatt_regency_sydney_anson_smart

Zephyr

Lo Zephyr è il bar ideale per gli amanti dei panorami.
Suddiviso in due parti, il vero protagonista è il legno in tutte le sue declinazioni. Dai pavimenti al soffitto è l'elemento di design che lo contraddistingue e che crea spazi ben delineati e di supporto.
Anche gli arredi esterni sono stati scelti per la vita all'aria aperta e per resistere alle diverse condizioni climatiche.  Dalle linee dolci e colori tenui che sanno amalgamarsi perfettamente al locale.

10_llui_s_catala

Bo.Tic

Quando l'apparenza inganna.
Dall'esterno  il Bo.Tic può sembrare un semplice ristorante moderno e forse anche nell'entrata si può dedurlo, ma le sale principali rivelano una vera e propria sorpresa.
Grazie all'utilizzo della pietra sembra di entrare in un ristorante d'altri tempi.

L'arredamento è semplice e con colori che vanno dal bianco delle tovaglie al color tortora delle sedute e delle sedie dalle linee semplici per non intaccare la bellezza delle pareti circostanti.  Anche la scelta delle luci riflette la volontà di non sovraccaricare l'ambiente, per questo piccole luminarie pendenti dal soffitto danno luce ai tavoli dando una luce soffusa alla sala.

51fifteen_6

51Fifteen

Un ristorante-bar dai toni luminosi e dai materiali preziosi.
Marmo, velluto, carta da parati tridimensionali e decorazioni in 3D vi faranno innamorare di questo locale.
Fin da subito si avverte il senso di ordine geometrico che sembra regnare in tutto il locale. Basta osservare il dettaglio in marmo nella pavimentazione che conduce come se fosse una passarella in tutte le zone principali del ristorante. Ovviamente la pavimentazione è stata completata da un parquet dal colore tenue che riesce a inglobarsi perfettamente con i colori circostanti.

L'altro elemento decorativo degno di nota in questo locale è il rivestimento parziale in 3D delle pareti, anch'esse richiamano l'elemento geometrico che si avverte in tutto il ristorante espandendosi addirittura fino al soffitto e richiamando i colori neutri scelti per l'arredamento.
L'unica punta di colore è il blu dei divanetti  e le poltroncine in velluto che spezzano la monotonia del nero senza tuttavia creare un vero e proprio stacco stilistico.

Per concludere, voglio mettere in risalto la scelta di mettere in risalto un'unica parete con l'ultimo trend del 2017: la carta da parati in 3D. La sua posizione e la scelta del motivo si uniforma perfettamente agli altri elementi di design del locale seppur catturando immediatamente l'attenzione del cliente grazie alla sua particolarità.

gramercy-park-hotel-lobby-M-02-r-1

Gramercy Park Hotel: Il calore del legno

Nessun dettaglio è stato lasciato al caso in questo salotto dai calori caldi grazie all’uso del legno che ne esalta i dettagli pregiati.
Gli arredi sono stati personalizzati e realizzati per creare un ambiente sofisticato con oggetti d’antiquariato e rari, come le piastrelle artigianali marocchine e l’opulento caminetto dallo stile prettamente italiano.
Questo ambiente comune presenta una scrivania dal ripiano in pelle, un opulento lampadario a bracci che richiama immediatamente l’attenzione dell’ospite riuscendo ad esaltare le sfumature del legno rendendo l’ambiente caldo e armonioso.

f44d2d0d02e768f3631c00e853d6e763

Ristorante T’a Milano

T’a Milano Store & Bistrot è un luogo raffinato nato accanto allo storico Palazzo Clerici a Milano.
Dal sogno di Tancredi e Alberto Alemagna, i proprietari di questo elegante locale, è stato creato un ambiente dal clima art decò con sofisticati arredi, pezzi unici dallo studio Vincenzo De Cotiis Architect, e  con la scelta dei rivestimenti.

Il pavimento in marmo venato, lampade in ottone e raffinate sedute in velluto blu e ocra sanno armonizzarsi nell’ambiente grazie anche allo speciale rivestimento in gesso di pareti e soffitti che rendono l’intero locale unico.

slide2-776x697

Hotel Glam

Hotel Glam è situato nel cuore della città e offre ambienti raffinati ed eleganti, con camere confortevoli e arredate con una combinazione di stile classico e moderno.

Già dall’entrata si può intuire come abbiano fatto dell’accoglienza il loro biglietto di visita creando aree di accoglienza finemente curate. Sono aree in stile moderno che combinano colori vibranti e fantasie stampate sfruttando gli ampi spazi della struttura.
L’illuminazione è essenziale e la luce naturale viene sapientemente amplificata con l’uso di materiali riflettenti come il logo sospeso nella hall dell’albergo che contribuisce a definire lo stile moderno scelto.
Per la pavimentazione sono state scelte delle piastrelle posate a spina di pesce con un inserto discoidale arancione in resina posto al centro che stacca e si armonizza con la linea e il colore vermiglio della reception garantendo continuità nello stile.
L'uso di colori pop infatti, rende l'ambiente unico con un design forte impronta.

Hotel Glam dispone di tre sale per la colazione e un fantastico ristorante che serve piatti tipici della cucina italiana di tradizione culinaria. La stessa cura e attenzione per i dettagli che abbiamo visto nella hall, è chiaramente visibile nella scelta dell'arredamento e dell'illuminazione anche per queste sale.
Il design semplice ma moderno e minimalista sono combinati in maniera magistrale per garantire un ambiente accogliente e caloroso.
Altre due stanze sono collegate al ristorante principale offrendo così un ambiente più intimo e raccolto.
Questa sala è reinterpretata con uno stile più classico che combina un design contemporaneo, tecniche artigianali, eleganza e armonie delle linee. Le pareti sono abbellite con una deliziosa tappezzeria floreale che dà un tocco sapiente di eleganza e di colore alla sala pur mantenendo la forte geometria degli elementi decorativi.

j_46582_07

Consigli: Pannelli decorativi tridimensionali

Arredare un ambiente non significa soltanto scegliere i giusti mobili e i perfetti complementi d’arredo: anche le superfici, e, in modo particolare, le pareti rivestono un ruolo importantissimo che non deve essere assolutamente trascurato.
Senza lavorare sulla decorazione o sui dettagli, perché non usare la forza di immagini ad effetto tridimensionale?

Per chi è alla ricerca di una decorazione sofisticata per le pareti di casa, di una soluzione creativa e moderna, o per chi deve risolvere un problema tecnico di isolamento acustico, ecco che i pannelli decorativi tridimensionali per pareti rappresentano la soluzione ideale.
Texture materiche, forme insolite, materiali all'avanguardia, finiture ideate da famosi designer, decorazioni organiche studiate in base alle tendenze di mercato, sono le peculiarità di questi pannelli.
Con i pannelli decorativi potete creare uno sfondo glamour dietro il divano, o un originale parete divisoria per spezzare un open space, oppure è la camera da letto ad essere protagonista, il letto non ha più bisogno della sua testiera ma è la parete stessa che ne fa le veci. Così una moltitudine di soluzioni soddisfa ogni gusto ed esigenza, permettendo di cambiare rapidamente look ad ogni ambiente.

Se siete dei veri cacciatori di tendenze, se volete davvero stupire e sorprendere e avere ambienti domestici come set cinematografici, la tecnologia ha creato per voi il vero must del momento: i pannelli decorativi 3D.
Aziende che investono costantemente in sviluppo, innovazione e ricerca, hanno dato vita a soluzioni all'avanguardia, in grado di trasformare radicalmente il look degli ambienti.
Le pareti si trasformano in quinte scenografiche che riproducono onde, pieghe, tagli, tende, e risulta così superfluo qualsiasi altro tipo di decoro.

Le superfici si animano, si muovono e diventano il quadro di se stesse. Dite addio a superfici piatte e candide. L'arredo può essere ridotto all'essenziale poiché è la parete che parla. Optare per questa soluzione significa avere le idee ben chiare sia per il risultato finale che si va ad ottenere sia per il costo economico che si va ad affrontare.
Una volta pronti, come ambiente della vostra casa scegliete quello più grande o il vostro preferito e dedicate ai pannelli decorativi 3d la parete più in vista.
Affidatevi per maggiori conferme ai consigli di un architetto e per il montaggio ad una ditta competente e di fiducia, nulla con queste soluzioni va lasciato al caso e vedrete l'effetto sarà sorprendente.

covengarden_01.jpg.1110x500_q75_crop

Consigli: Piastrelle in ceramica per il bagno – Giusta altezza

Il bagno è, insieme alla cucina, uno degli ambienti più vissuti della casa: tra schizzi, docce e umidità, la pulizia dei muri è a rischio. Per questo motivo, le sue pareti devono essere protette con un apposito rivestimento, quello più usato nei bagni sono le piastrelle in ceramica. 

Sono rivestite, a loro volta, con uno smalto speciale ed impermeabile, da cui è possibile eliminare facilmente lo sporco.
Questo tipo di rivestimento riesce a prevenire la comparsa di macchie di muffa sui muri, inoltre le piastrelle in ceramica sono molto facili da pulire: dopo la doccia si possono rimuovere gli schizzi semplicemente con un panno umido.
Risultano resistenti agli sbalzi di temperatura, al tempo e all’umidità.
Qual è l’altezza ideale per il rivestimento del bagno?

Rivestimento del bagno: quale altezza?

Il rivestimento del bagno, a prescindere dal materiale usato, può avere altezze differenti: può occupare interamente il muro oppure arrivare fino a 2 metri o a 1,20 metri. Queste sono le tre tipologie di rivestimento più usate.
Nel primo caso, il rivestimento copre l’intera parete lasciando scoperto solo il soffitto.
Questa soluzione è la più tradizionale, caratterizza i bagni di una volta, ma può essere rivisitata in chiave moderna: infatti oggi il mercato offre tanti prodotti per personalizzare il rivestimento. Con questa scelta si ottiene un muro bello e protetto.

La seconda soluzione molto diffusa è quella di applicare le piastrelle fino ai 2 metri, su tutta la superficie del bagno. In questo caso il rivestimento arriva fino alla porta e garantisce comunque una buona protezione.
Si potrebbe anche optare per un rivestimento diviso in base alle zone più a rischio, ovvero quelle in corrispondenza dei sanitari: come la doccia o il lavandino, arrivando sempre ai 2 metri circa. In questo modo anche la condensa che tende a salire leggermente si posa sulle mattonelle senza danneggiare il muro. 

Una terza opzione, di tendenza negli ultimi anni, è quella di realizzare un rivestimento ad altezza minima, che arriva, cioè a 1,20 metri. Questa opzione è la più pericolosa anche se molto di moda: si rischia di macchiare il muro, non solo per gli schizzi ma anche per l’umidità e la condensa, provocando delle brutte macchie di muffa o funghi difficili da togliere.

pareti-verticali-verdi

Consigli: Vantaggi pareti verdi verticali

I giardini verticali hanno totalmente rivoluzionato la concezione classica di giardino e di coltivazione. Per millenni la realizzazione di un giardino è rimasta vincolata alla disponibilità di un "fazzoletto di terra" ma oggi questo non è più strettamente necessario, grazie al giardino verticale.

Un giardino verticale si differenzia dai giardini tradizionali perché si sviluppa in altezza sfruttando le superfici date dalle pareti degli immobili e alle quali vengono fissati moduli o griglie modulari al cui interno crescono le piante.
Le soluzioni studiate per gli interni ne fanno un prodotto ormai indispensabile per i più comuni uffici, aziende, luoghi di lavoro e abitazioni dove, ordinatamente e in pochissimo spazio, le piante troveranno la loro perfetta collocazione beneficiando positivamente sul benessere psicofisico delle persone.
Nei giardini verticali vengono impiegate piante che normalmente si coltiverebbero al suolo, con la differenza che le radici troveranno acqua e nutrimento posto verticalmente nella struttura. I giardini verticali sono una soluzione che porta a molteplici vantaggi consentendo numerose possibilità di composizione e accostamenti di piante, particolare che rende uniche le nostre realizzazioni.

Vantaggi

I giardini verticali permettono di coltivare grandi estensioni di vegetazione occupando pochissimo spazio in orizzontale. Grazie alle innovative tecniche di coltivazione, i giardini verticali contribuiscono all'incremento di aree verdi contenendo allo stesso tempo il diffondersi dei più comuni parassiti, limitando l'uso di antiparassitari chimici.
Studi recenti hanno dimostrato che l'installazione di una parete vegetale verticale può incrementare il valore dell'immobile fino al 20% ed allo stesso tempo è in grado di ridurre il fabbisogno energetico di un edificio.
Ciò si ripercuote anche sulla rivendibilità dell'immobile stesso, poiché, a differenza di un edificio senza parete verticale, l'edificio su cui è installato è estremamente più bello e più salubre, ha un fabbisogno energetico ridotto e minore necessità di interventi di manutenzione.

Elenco dei vantaggi:

  1. Aumento della biodiversità di piante ed insetti utili.
  2. L'acqua piovana può essere facilmente raccolta e direttamente assorbita per irrigare il giardino verticale.
  3. L'installazione di giardini verticali permettono un risparmio energetico sulle bollette fino al 20% poiché le piante, per mezzo della loro naturale capacità di assorbire i raggi solari e mitigare l'ambiente, fungono da isolante termico.
  4. I materiali utilizzati per la struttura portante dei giardini verticali e per i moduli sono totalmente riciclati o di origine naturale (legno).
  5. Le piante ed il substrato utilizzato hanno proprietà fonoassorbenti. I giardini verticali sono in grado di attutire i rumori. Se usate nel contesto urbano, anche quell'eco e quel rumore di fondo costante prodotto dal traffico e dalla folla possono essere sensibilmente ridotti.